• mail + tel
  • cdcpallavolo@libero.it 339 6388859
La nostra storia

Le Origini

Dalla nascita e pratica mondiale alla realtà tifernate

Già nell’antichità esistevano giochi con la palla che possono essere considerati i predecessori della pallavolo. In Italia, una specie di pallavolo era giocata durante il Medioevo e le sue origini possono essere ricercate addirittura in antichi giochi greci e romani. In principio era il gioco della “ minonette” dal francese minon/micio e prese il nome da un gioco con la palla praticato dalla nobiltà francese nel 1700. Il merito della costituzione della pallavolo in forma moderna va riconosciuto a William Morgan, istruttore di educazione fisica presso una scuola di Holyoke, nel Massachusetts che il 6 febbraio 1896 fece scendere in campo i suoi allievi per una dimostrazione di questo nuovo gioco da offrire ai colleghi ed al dirigente d’istituto. La palla viene giocata con le mani;il numero dei tocchi e infinito;l’incontro si gioca a set, come nel tennis; la durata del set è in relazione al numero dei giocatori;la rete è alta due metri ed il campo misura 18,30 x 10,62 metri. Questo gioco si distingueva, da altri nati in altre nazioni, dal fatto che oltre a non esserci contatto fisico tra i partecipanti la palla andava giocata al volo. La mancanza del contatto fisico cambiava le caratteristiche dei giocatori, non più atleti massicci ma atleti agili con prontezza di riflessi e capaci di alta concentrazione.Nel 1946 in Italia la pallavolo nasce ufficialmente con la costituzione della Federazione nazionale (FIPAV) ma già negli anni 20 si hanno documenti che riportano le regole per questo sport praticato dai militari italiani.Da quel febbraio 1896 molti anni sono passati, grandi risultati sono venuti e in molte piccole città la pallavolo è diventato un impegno ed un nuovo modo di fare sport per tutti.


La Storia

La pallavolo tifernate dal femminile al maschile realtà sportiva da oltre 50 anni.

Nell 1964 a Città di Castello nasce per iniziativa di alcune studentesse la prima squadra di pallavolo femminile chiamata Tifernum. L’esigenza di effettuare attività sportiva in modo organizzato ha luogo nell’ambiente cattolico cittadino e per tale motivo la squadra si iscrive alla F.A.R.I., che era la branca sportiva dell’Azione Cattolica Femminile (lo C.S.I. di oggi). Sotto la guida di gente volonterosa, armata più di passione che di tecnica, sorgono numerose piccole squadre nell’ambito delle parrocchie sia cittadine che extracittadine e si organizzano numerosi tornei locali che animano la gente del luogo, incuriosita da queste ragazze che vogliono fare pallavolo. La prima sponsorizzazione è per le ragazze della “Muzi-Betti” Folgore. Nasce così la squadra di pallavolo Fisa-Tifernum; campo di allenamento palestra ex chiesa di Santa Cecilia, campo di gara all’aperto ricavato tra la stessa palestra di Santa Cecilia ed il Carcere cittadino.

Nel 1967 la Fisa si iscrive alla FIPAV e comincia l’attività a livello federale disputando tutti i campionati. Dal 1969 al 1972 arrivano molteplici trionfi a livello nazionale in varie categorie con l’apoteosi della promozione in serie A, che verrà disputata con la denominazione di G.S. FAMOSA MOBILICITTA’ DI CASTELLO.

Grande evento ma anche grande risultato perché ottenuto solamente con forze locali. Per poter giocare il campionato di serie A (non essendoci strutture idonee) viene allestita una palestra/palazzetto all’interno dei seccatoi del Tabacco della F.A.T; oggi museo Burri, detto il “ capannone “ di via A. da Orvieto – la palestra più alta del mondo.

Negli anni successivi e fino ad oggi la pallavolo femminile a Città di Castello non ha mai smesso di esistere subendo varie vicissitudini e varie denominazioni ma restando sempre espressione di finalità tecniche e sociali, facendo della sua politica societaria non un bastione ma un punto di riferimento e momento di riflessione per quanti, disinteressatamente, ne rimanevano attratti e coinvolti.

La pallavolo a Città di Castello era ed è anche sport maschile; correva l’anno 1972 ed alcuni ragazzi amanti di questo sport avevano in animo di giocare la pallavolo; con l’aiuto dell’indimenticato Don Bruno Bartoccini danno vita ad una prima timida espressione di squadra di pallavolo maschile. Era un primo passo, ma non era proprio quello che i ragazzi volevano. Il loro sogno, il concretizzarsi dell’Idea avviene, quando riuscendo a coinvolgere altre persone, il primo settembre, fondano il G.S. pallavolo maschile Città di Castello, sponsor Piccini Confezioni.

Anni meravigliosi contornati da successi e vittorie di campionati. Passione, voglia di emergere, tanta voglia di migliorarsi e la ricerca della propria autostima caratterizzava quel gruppo di atleti tifernati; la linea era tracciata, gli interpreti con gli anni variarono ma gli interessi comuni di far trionfare la pallavolo restarono immutati ed anche qui l’apoteosi con la promozione in serie A  a fine anni ‘8o.

Anni bellissimi caratterizzati da vittorie e sconfitte come in ogni sport. Dopo un’altalena tra serie A e B la società pallavolo Città di Castello per motivi finanziari decide di ripartire dai campionati regionali e solo dopo circa oltre 20 anni ritorna nella serie A. Buoni campionati, la serie A1 e poi, ora come all’ora, per varie motivazioni, la società decide di ripartire da un campionato seppur nazionale ma di serie inferiore, la serie B2 per il settore maschile e la serie C regionale per il settore femminile, avendo creato fattivamente ed attivamente la sezione femminile. Ottime stagioni agonistiche e meritata promozione nella B nazionale per il settore maschile e conferma ad alti livelli per la serie C femminile; nella stagione sportiva 2016/2017 la squadra di serie B maschile si classifica seconda ed accede ai play off per salire in A2 mentre la squadra femminile con un bel percorso casalingo accede anch’essa alla fase finale dei play off per salire in serie B2 nazionale. Ancora una volta difficoltà economiche non permettono di dare seguito ai bei risultati conseguiti e per la stagione sportiva 2017/2018 nel settore maschile si decide di rinunciare al campionato nazionale di serie B e ripartire dalla serie C regionale con una formazione giovanile interamente tifernate; nel campo femminile, la serie C conferma la propria presenza nel massimo campionato regionale e crea un roster giovane ma di valore.

Il Città di Castello  Pallavolo, operando nei settori maschile e femminile è l’istituzione pallavolistica più longeva dell’alta valle del Tevere; porta avanti l’attività e lo sviluppo del volley da oltre 50 anni partendo dalle categorie più piccole fino alle prime squadre. La sostenibilità del progetto giovani della Pallavolo Città di Castello,  società  quotidianamente impegnata per ampliare e consolidare il movimento della pallavolo in Umbria, nell’ Alta Valle del Tevere a Città di Castello  ed in Toscana, con la sezione di Pieve Santo Stefano (AR), per diffondere oltre alla pratica della pallavolo anche quei  valori dello sport tra le giovani generazioni,  si deve alla passione ed al tempo libero che volontariamente molte persone nel corso degli anni hanno dedicato allo sviluppo del movimento nel suo insieme. La società biancorossa negli ultimi anni sta dando un’impronta molto decisa allo sviluppo ed alla crescita dei giovani come politica di base per creare dai propri vivai gli atleti delle squadre del futuro ed ha quindi messo molta attenzione nella programmazione e sviluppo dei settori giovanili; nel Città di Castello pallavolo sono presenti ben due Scuole Federali di Pallavolo ed un Minivolley Biancorosso che è il fiore all’occhiello della società; al Città di Castello pallavolo è stato anche riconosciuto dalla FIPAV nazionale il Marchio di Qualità per l’attività giovanile.


Cronistoria

Città di Castello pallavolo – Settore Maschile

ANNO CAMPIONATO
1972/1973 campionato giovanile
1973/1974 campionato giovanile
1974/1975 campionato terza divisione
1975/1976 campionato seconda divisione
1976/1977 campionato prima divisione regionale (D)
1977/1978 campionato serie C nazionale
1978/1979 campionato serie C nazionale
1979/1980 serie D regionale
1980/1981 serie D regionale
1981/1982 serie D regionale
1982/1983 campionato serie C nazionale
1983/1984 campionato serie C nazionale
1984/1985 campionato serie B
1985/1986 campionato serie B
1986/1987 campionato serie B
1987/1988 campionato serie A2
1988/1989 campionato serie A2
1989/1990 campionato serie A2
1990/1991 campionato serie A2
1991/1992 campionato serie A1
1992/1993 campionato serie A2
1993/1994 campionato serie A2
1994/1995 campionato serie B1
1995/1996 campionato serie B1
1996/1997 campionato serie B1
1997/1998 campionato serie D regionale
1998/1999 campionato serie C regionale
1999/2000 campionato serie C regionale
2000/2001 campionato serie B2
2001/2002 campionato serie B2
2002/2003 campionato serie B2
2003/2004 campionato serie B2
2004/2005 campionato serie B1
2005/2006 campionato serie B1
2006/2007 campionato serie B1
2007/2008 campionato serie B1
2008/2009 campionato serie A2
2009/2010 campionato serie A2
2010/2011 campionato serie A2
2011/2012 campionato serie A2
2012/2013 campionato serie A2
2013/2014 campionato serie B2
2014/2015 campionato serie B2
2015/2016 campionato serie B2
2016/2017

2017/2018

campionato serie B nazionale

campionato serie C regionale

Città di Castello pallavolo – Settore Femminile

ANNO CAMPIONATO
1964/1970 campionati vari
1971/1972 campionato serie B
1972/1973 campionato serie A
1973/1974 campionato serie B
1974/2012 campionati vari nazionali & provinciali
2012/2013 campionato serie C regionale
2013/2014 campionato serie C regionale
2014/2015 campionato serie C regionale
2015/2016 campionato serie C regionale
2016/2017 campionato serie C regionale
2017/2018 campionato serie C regionale
2018/2019


banner sponsor home